Pillole di AVIS, dalla rassegna stampa del 7 settembre

I 40 anni di Argelato (Bo) In occasione del suo 40°anniversario di fondazione, l'Avis comunale di Argelato organizza - per il fine settimana del 9-10-11 settembre - un quadrangolare di pallavolo femminile per under 14/16/18, 7° memorial "Vittorio". In allegato potete trovare la locandina dell'evento. Martina Frasca, basket e dono vanno a braccetto Avis e Due Esse ancora insieme. La sezione martinese dell'associazione di volontariato, del presidente Francesco Grassi, sarà vicina al basket nel segno della continuità di una collaborazione già consolidata nel tempo. Il nome Avis, non è solo un simbolo sulle maglie ufficiali degli atleti, ma sarà legato ad una serie di iniziative che, con il supporto della società Due Esse, coinvolgeranno varie istituzioni partire dalle scuole. Si tratta di un progetto, avviato dall''Avis nazionale due anni fa denominato "Campioni nello sport… campioni nella vita", che, attraverso il suo testimonial il campione olimpico Igor Cassina, associa la finalità dell' associazione alle più importanti realtà sportive. La mission del progetto è quella di avvicinare, soprattutto le nuove generazioni attraverso lo sport, alla cultura della salute e, di conseguenza, della donazione. L'Avis, al momento, ha una struttura articolata sul territorio nazionale di 3.180 sedi comunali, 111 provinciali, 22 regionali e quasi 800 gruppi attivi organizzati nelle aziende pubbliche e private, come testimonianza della presenza associativa nel tessuto sociale. IL PRESIDENTE DELLA DUE ESSE PINUCCIO MICOLI: "Da diversi anni, e con enorme soddisfazione, uniamo il nostro nome a quello dell'Avis, consapevoli dell'importanza della diffusione della cultura della donazione del sangue. Metteremo in atto una serie di iniziative per sensibilizzare, ogni domenica, quanta più gente possibile, a partire dai nostri supporters". IL REFERENTE DEL PROGETTO RAFFAELE RAGUSO: " L'Avis ha scelto di legare il suo nome a quello della DueEsse poiché è il simbolo di una società sana, fatta di gente seria, di atleti disciplinati che seguono uno stile di vita corretto, che sono un esempio, sia in campo che fuori. Essere "buoni" cittadini, condurre una vita sana, vuol dire essere dei potenziali donatori. E' questa la nostra mission. Sono in cantiere molte iniziative che coinvolgeranno direttamente tutti i componenti della società, i giocatori, le scuole, i tifosi, i ragazzi e le loro famiglie. Anticipiamo, al momento, la presenza di un'autoemoteca, al Palawojtyla, per la raccolta straordinaria di sangue, nel corso della "Giornata Forza Martina".   Notizia tratta dall'ufficio stampa della "Due Esse"