Plasma, farmaci e conto lavorazione: il webinar Avis sulle nuove cure

Città Data inizio
Data inizio
22.05.2020
Città
Italia
Un seminario virtuale. Un webinar per discutere di utilizzo, potenzialità e prospettive future della cura con il plasma. È l’obiettivo dell’appuntamento in programma venerdì 22 maggio, a partire dalle 20:30, “Plasma: dal dono ai farmaci. Trasformazione in conto lavorazione e loro utilizzo”, promosso dalle Avis aderenti al Naip (Nuovo accordo interregionale per la plasmaderivazione), le Regionali Veneto, Liguria, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Basilicata, Umbria e da quelle di Trentino e Alto Adige.   L’incontro, che è possibile seguire iscrivendosi al seguente link, vuole rappresentare un momento di confronto in una situazione di difficoltà sanitaria in cui è stato portato alla ribalta il plasma, con il suo utilizzo e le sue potenzialità nella cura dei malati.   Il plasma donato dai cittadini, i nostri donatori, ha un suo impiego in ambito clinico e farmaceutico, base di una strategia sanitaria nazionale che ne garantisce approvvigionamento e utilizzo appropriato e solidale. Ancor più strategica si rivela la produzione di farmaci plasmaderivati in “conto-lavorazione” oggi che gli Usa, maggiori fornitori mondiali di plasma, ne stanno diminuendo la produzione.   In Italia, a differenza del resto del mondo, il conto lavorazione prevede che il plasma raccolto dai donatori volontari e non remunerati venga affidato, per ricavarne medicinali plasmaderivati, ad aziende convenzionate che lo lavorano in ciclo separato e restituiscono alle regioni i relativi medicinali ottenuti. Sia il plasma sia i suoi derivati restano in tal modo proprietà delle regioni, quindi pubblici, per la cura degli ammalati, mentre alle aziende viene solo pagato il processo di lavorazione.   Il webinar, dopo i saluti iniziali del presidente di AVIS NazionaleGianpietro Briola, vedrà intervenire: Giancarlo Maria Liumbruno, direttore del Centro nazionale sangue; Giovanni Raveroni, responsabile del Centro regionale attività trasfusionali del Veneto; Pierluigi Berti, presidente della Simti; Learco Mottola, Head of Medical Affairs CLS Behring; Alberto Argentoni, rappresentante Avis nel gruppo qualità Naip.