Plasma, i dati sulla raccolta nel mese di dicembre

Il report del Centro nazionale sangue indica una chiusura con il segno negativo. Ma è l'intera attività di raccolta del 2022 ad essere in calo, meno addirittura del 2020, l'anno segnato dal Covid

È un 2022 che si chiude in negativo in termini di raccolta plasma. Questo è ciò che emerge dal report del Centro nazionale sangue relativo al mese di dicembre che, oltre a quella degli ultimi 31 giorni dell'anno, segna la performance negativa dell'intera attività da gennaio a dicembre.

Raccolta plasma dicembre 2022_1Sono stati 71.890 i chili raccolti che valgono il -5,3% rispetto all'anno precedente. Una raccolta inferiore anche allo scorso novembre, mese in cui dopo le difficoltà di ottobre e settembre si era assistito a una ripresa. Molise, Provincia Autonoma di Trento e Valle d'Aosta le regioni più virtuose.

Raccolta plasma dicembre 2022_2Sul lungo periodo le cose non vanno meglio, anzi. Il 2022 si chiude con un totale di 842.949 chili di plasma conferiti al frazionamento (l'obiettivo era fissato a 853.000), quasi 20mila in meno dell'anno precedente e meno addirittura del 2020 quando, nonostante lo scoppio della pandemia da Covid-19, i chili raccolti furono 844.707.

Raccolta plasma dicembre 2022_3Per il terzo anno consecutivo, il Friuli Venezia Giulia si conferma come la regione in cui è stato conferito più plasma in rapporto alla popolazione.