Sport e salute: un convegno organizzato dall'Avis comunale di Trento

Benessere e attività fisica: un binomio vincente soprattutto per un'Associazione come la nostra, da più di 80 anni impegnata nella difesa del diritto alla vita e nella promozione di uno stile sano e attivo. Per questo motivo sabato 22 novembre l'Avis comunale di Trento ha organizzato una tavola rotonda a cui hanno partecipato docenti universitari, medici e atleti di fama internazionale come la tuffatrice olimpionica Francesca Dallapè, che da quest'anno farà coppia nel sincro con Tania Cagnotto, l'arciere Amedeo Tonelli e il maratoneta Walter Endrizzi, medaglia di bronzo alle paralimpiadi di Pechino. L'incontro, che si è tenuto nella Sala della Cooperazione della città, é stato preceduto dai saluti dell'assessore comunale allo sport e all'Istruzione Renato Pegoretti, sotto il cui patrocinio si svolgeva la manifestazione, e dal Presidente provinciale del CONI Giorgio Torgler, che hanno espresso il loro pieno appoggio all'evento e alla divulgazione della cultura sulla donazione. Il primo intervento è stato curato dal prof. Roberto Riccamboni, che ha posto l'accento sull'importanza dell'attività fisica come forma di prevenzione di patologie cardiovascolari. Adriano Dell'Eva, docente della scuola regionale per lo sport del CONI, ha poi presentato un'interessante indagine dal titolo "L'espressione giocosa del movimento nel bambino e nell'adulto come indice reale di benessere psicofisico". L'ultima relazione della giornata è stata affidata al dott. Fabrizio Zappaterra, presidente dell'Avis tridentina equiparata provinciale, che ha parlato del rapporto tra alimentazione, esercizio fisico e stress, delineando così le basi metaboliche per una vita sana.