Cerca
NEWS

Plasma, i dati sulla raccolta nel mese di giugno

Il report del Centro nazionale sangue registra un brusco stop. Si tratta del dato più basso da inizio anno, sia in termini di chili conferiti sia in relazione al 2023

 

La raccolta plasma fa registrare un brusco stop nel mese di giugno. È quanto emerge dal consueto report del Centro nazionale sangue che certifica il secondo passo falso per l’anno in corso (il primo fu a marzo), ma soprattutto la quantità più bassa conferita al frazionamento industriale.

Sono stati infatti 70.384 i kg in questione che valgono il -6% rispetto a giugno 2023. Poche le regioni che sono riuscite a migliorare i propri numeri a distanza di un anno: tra queste ci sono l’Abruzzo (+22,8%), la Provincia Autonoma di Trento (+11,9%) e la Valle d’Aosta (+10,6%).

Sul lungo periodo, alla luce dei dati comunque positivi collezionati in questa prima metà dell’anno, rimane il vantaggio rispetto alla finestra gennaio-giugno 2023: sono 453.272 i chili conferiti finora al frazionamento industriale, il 2,7% in più. In questo caso sono Campania (+22,3%), Provincia Autonoma di Bolzano (+11%) e Basilicata (+10,9%), seguita a ruota dal Piemonte (+10,7%), ad aver incrementato maggiormente la raccolta.

Tra le regioni che conferiscono più chili di plasma ogni mille abitanti, il Friuli Venezia Giulia si conferma come la più virtuosa con 12,6 kg, tallonata da Marche (12,3), Emilia Romagna (11,8) e Valle d’Aosta (11,1).

Condividi:

Skip to content