Cerca
NEWS

Plasma, i dati sulla raccolta nel mese di marzo

Dopo la partenza sprint dei primi due mesi, il report del Centro nazionale sangue registra un primo stop

 

La raccolta plasma nel mese di marzo rallenta. È quanto emerge dal consueto report del Centro nazionale sangue che, dopo i numeri che avevano caratterizzato gennaio e febbraio, segna un -3,4% rispetto a un anno fa. Il 2024 è iniziato da poco, quindi niente di preoccupante.

Nello specifico sono stati 77.930 i chili conferiti al frazionamento industriale, con una flessione generale in oltre la metà delle regioni italiane. Puglia (+89,6%), Provincia Autonoma di Bolzano (+37,6%) e Campania (+36%) i territori che più sono riusciti a migliorare i propri numeri.

Grazie all’avvio sprint di gennaio e febbraio, il raffronto con il primo trimestre del 2023 vede in vantaggio quello attuale, con 231.346 chili di plasma che valgono il +4%. In questo caso sono Campania (+30,5%), Provincia Autonoma di Bolzano (+14,3%) e Calabria (+13%) le regioni più virtuose.

Ad oggi Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta sono le regioni che hanno conferito più chili di plasma per 1.000 abitanti (6,3), seguite da Emilia Romagna e Marche (6,1).

Condividi:

Skip to content