Cerca
NEWS

Reggio Emilia: Avis Provinciale e Pallacanestro Reggiana per promuovere il dono

Nei giorni scorsi una delegazione di dipendenti del club, impegnato nel campionato di Serie A, si è presentata nella nostra sede per effettuare le visite e gli esami di idoneità

 

Un modo per promuovere la cultura del dono e, perché no, ribadire l’importanza che lo sport ricopre nel mantenimento di stili di vita sani. Nei giorni scorsi, una delegazione di dipendenti della Pallacanestro Reggiana, club che milita nella massima serie del campionato di basket in Italia, si è presentata alla “Casa del Dono”, sede di Avis Provinciale Reggio Emilia, per effettuare visite ed esami del sangue per valutare la propria idoneità alla donazione.

Nella foto: il presidente di Avis Provinciale Reggio Emilia, Alberto Carretti (a destra) e il Consigliere di AVIS Nazionale, Stefano Pavesi

L’iniziativa rientra nel progetto “We CaRE” che la società sportiva ha lanciato a settembre 2023. Si tratta di un programma avviato con l’obiettivo di consolidare la collaborazione con le associazioni benefiche, di charity e, più in generale, con tutte le realtà del Terzo Settore attive sul territorio. A questo si aggiunge la volontà di costruire un network strutturato che, facendo leva sul senso di comunità che contraddistingue la popolazione della provincia, dia modo di porre in risalto le iniziative legate a tematiche sensibili per la società.

I bambini di alcune delle società sportive di basket attive sul territorio

La delegazione del club è stata guidata dalla presidente, Veronica Bartoli, e con lei hanno effettuato gli accertamenti necessari anche il direttore sportivo, Filippo Barozzi; il Responsabile del Settore Giovanile, Andrea Menozzi; il Responsabile Comunicazione, Davide Draghi; la Responsabile Relazioni Esterne, Gaia Spallanzani; la Responsabile Amministrazione, Diana Basile, e il Social Media Manager, Valery Lamberti.

Come ha dichiarato il presidente di Avis Provinciale Reggio Emilia, Alberto Carretti, «tutto è partito dal progetto “We CaRE” promosso dalla Pallacanestro Reggiana, proprio per coinvolgere le realtà del volontariato attive in zona. Siamo molto soddisfatti perché, dopo aver accolto i dirigenti della società nella nostra sede per le visite di idoneità, domenica 21 gennaio abbiamo avuto la possibilità di essere partner del club in occasione della gara di campionato con Cremona (per la cronaca, ha vinto la Pallacanestro Reggiana 78-71, ndr)». Sia prima che dopo l’incontro, infatti, i volontari avisini hanno distribuito materiale informativo al pubblico per sensibilizzare sulla cultura del dono e far conoscere le attività dell’associazione. Ma non finisce qui: «Per il futuro vorremmo coinvolgere qualche giocatore sia per iniziare a donare – conclude – sia per organizzare insieme campagne di comunicazione».

 

Nella foto in alto: il dottor Roberto Baricchi (primo a sinistra), Direttore del reparto di medicina trasfusionale dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, insieme allo staff della sezione reggiana di Avis. A destra, seduta, la presidente della Pallacanestro Reggiana, Veronica Bartoli

Condividi:

Skip to content