Cerca
NEWS

Rendicontazione del 5×1000, le linee guida per gli Enti di Terzo Settore

È disponibile il decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Tra le novità previste c'è la relazione illustrativa

Sono state pubblicate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali le linee guida per la rendicontazione del 5×1000 per gli Enti di Terzo Settore. Il decreto, consultabile a questo link, punta a garantire una più facile leggibilità, da parte della generalità dei cittadini, degli elementi contabili e informativi contenuti nel rendiconto e nella relazione illustrativa.

Proprio quest’ultimo aspetto rappresenta la principale novità per l’anno in corso. Come si legge del documento, infatti, la relazione illustrativa deve essere redatta in forma discorsiva e deve contenere:

  • Una prima parte (massimo una pagina), atta a fornire una breve presentazione dell’ente, con l’indicazione delle attività di interesse generale che esso svolge.
  • Una seconda parte, con la funzione di rappresentare in maniera sintetica, chiara e trasparente – a supporto degli importi esposti nel modello di rendiconto e dell’elenco dei giustificativi di spesa – le informazioni necessarie a dar conto delle attività concretamente svolte con le somme ricevute a titolo di 5×1000.

Nella stesura della relazione viene richiamata l’attenzione al rispetto della normativa in tema di trattamento dei dati personali (Regolamento UE n. 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016) al fine di salvaguardare la riservatezza dei soggetti terzi (persone fisiche) eventualmente menzionati.

Per la compilazione del rendiconto e la redazione della relazione illustrativa devono essere utilizzati esclusivamente i modelli predisposti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali da compilare in modalità digitale. Questi modelli sono disponibili sul sito istituzionale nella pagina dedicata alla “Rendicontazione del contributo”.

Condividi:

Skip to content