Cerca
NEWS

Una mappa per individuare le realtà del mondo non profit

C’è anche AVIS all’interno dell’iniziativa lanciata nei giorni scorsi da Italia non profit, il più grande portale italiano online di questo settore. Obiettivo del progetto è favorire la geolocalizzazione di enti e associazioni coinvolte

 

Una vera e propria mappa dedicata a chi vuole fare del bene e, soprattutto, a chi ha bisogno di aiuto. È quello che nei giorni scorsi è stato lanciato da Italia non profit, il più grande portale italiano online dedicato a questo ambito.

L’obiettivo di questa iniziativa è molto semplice: agevolare la geolocalizzazione di enti e associazioni (compresa AVIS) impegnate nel settore e consentire ai cittadini di individuare rapidamente quella a loro più vicina e rispondente alle proprie necessità. Anche il funzionamento è estremamente intuitivo, molto simile a Google Maps. Grazie al suo motore di ricerca, la mappa dà modo di cercare un ente per nome o per parola chiave e ad oggi ha già localizzato oltre 318mila enti non profit, pari all’87% del totale presente in Italia e ben presto raggiungerà il 98%. Questo risultato è stato reso possibile dall’introduzione del Registro Unico Nazionale Terzo Settore (RUNTS) e dai numerosi registri pubblici presenti sul territorio, ma soprattutto dalla partecipazione e dallo sforzo delle organizzazioni che hanno permesso di costruire una mappa sempre più ricca di informazioni.

A differenza dei registri già esistenti, la mappa propone una navigazione pensata per le persone che vogliono mettersi a disposizione di una non profit o che potrebbero avere bisogno di un’organizzazione vicino casa. L’utente può geolocalizzarsi da qualsiasi parte d’Italia e trovare tutte le realtà, dalla sua città al suo quartiere, fino ad arrivare alla propria via! In pochi click è possibile sapere di cosa si occupano e cosa si può fare con e per loro. Grazie alla mappa è possibile trovare ad esempio un ente dove fare volontariato o dove fare una donazione in denaro. Ma anche trovare a chi donare dei beni (vestiti, alimenti, etc), a chi destinare il proprio 5×1 000, una sede dove donare il sangue (riconoscibile grazie a un’icona ad hoc) o un ente tramite cui fare acquisti e regali solidali.

Come ha spiegato la CEO di Italia non profit, Giulia Frangione, «crediamo fermamente che chi voglia fare del bene debba trovare vie facili e rapide per farlo. Quotidianamente usiamo siti e app per trovare e scegliere qualsiasi cosa vicino e lontano da noi, ma se abbiamo qualche ora libera da impegnare in un’attività che faccia del bene a se stessi o agli altri, a quanti capita di non sapere da dove iniziare, come muoversi e dove informarsi? Trovare l’organizzazione giusta e attivarsi diventa spesso un percorso tortuoso e tante persone si scoraggiano e preferiscono lasciar perdere. Proprio da queste motivazioni, nel 2017 è nata Italia non profit e la sua mappa degli enti che scelgono la trasparenza: su queste stesse abbiamo scelto di procedere per offrire uno strumento che possa essere davvero utile per i cittadini».

Una sezione molto importante è anche quella dedicata all’aiuto. Grazie ad una sezione dedicata della mappa, che verrà via via sempre più arricchita e aggiornata, è possibile in semplici passi trovare un riferimento per sé o per chi ne ha bisogno. Pensiamo ad esempio ai casi di vittime di violenza, alle dipendenze o a chi viene discriminato per il proprio orientamento sessuale o ha bisogno di trovare assistenza per un anziano. «L’esperienza di questi anni ci ha dimostrato che per guadagnarsi la fiducia dei cittadini non basta che gli enti siano iscritti ai registri pubblici, che restano in ogni caso un punto di partenza imprescindibile. Quello che conta davvero – conclude Frangione – è poter soddisfare tutta una serie di bisogni informativi, dalla condivisione dei valoriali al sapere come un ente opera, aspetti fondamentali per chi vuole scegliere un ente da sostenere. Il Programma Trasparenza di italianonprofit.it raccoglie e rende accessibili proprio questi dati che fanno la differenza e continueremo a proporlo sulla mappa per offrire un servizio adeguato ai cittadini».

A questo link è possibile consultare la mappa.

Condividi:

Skip to content