Cerca
NEWS

Libia, liberati i pescatori di Mazara del Vallo. Briola: «L’appello di AVIS è servito, il regalo di Natale più bello»

Dopo oltre tre mesi di prigionia in Libia, sono stati il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a dare la notiziaDopo oltre tre mesi di prigionia in Libia, sono stati il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a dare la notizia

I pescatori di Mazara del Vallo sono liberi. Dopo oltre tre mesi di prigionia in Libia, sono stati il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a dare la notizia.

In base a quanto riportano i principali organi di informazione nazionali e non, la situazione si sarebbe sbloccata al termine di lunghi confronti intrattenuti nel corso delle ultime settimane tra i nostri servizi segreti e le autorità di Bengasi. Anche AVIS Nazionale, nei giorni scorsi, aveva rivolto un appello alle istituzioni, raccogliendo l’invito del presidente dell’Avis Regionale SiciliaSalvatore Mandarà, affinché si accelerassero i tempi per la liberazione di 18 uomini inspiegabilmente tenuti sotto sequestro dalle milizie del generale Khalifa Haftar. Oggi, giovedì 17 dicembre, la notizia tanto attesa.

«Non poteva giungerci regalo di Natale più bello di questo – dichiara il presidente di AVIS Nazionale, Gianpietro Briola – sono felicissimo che il nostro Governo sia giunto alla risoluzione di un fatto così complicato. Il nostro appello, insieme a quello dell’Avis Regionale Sicilia, è stato ascoltato. Abbiamo dimostrato di essere un popolo unito, solidale e pronto a fare il possibile per aiutare gli altri. Questi uomini avranno la possibilità di ritrovare le rispettive famiglie proprio in occasione delle Festività. A tutti loro giungano il mio più sentito bentornato e i più vivi auguri per un futuro di pace e serenità».

Condividi:

Skip to content