Cerca
NEWS

AVIS e AIL, una Stella di Natale per sostenere la ricerca

Dall’8 all’11 dicembre la pianta simbolo delle festività tornerà a colorare oltre 4mila piazze italiane. Ecco come fare per fornire il nostro supporto alla campagna

 

Le tradizioni sono belle proprio perché portano sempre tante persone a stringersi per celebrarle come si deve. È quello che vale per le Stelle di Natale dell’AIL (l’Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma) che, come ogni anno, torneranno a colorare oltre 4mila piazze italiane.

Dall’8 all’11 dicembre prossimi, infatti, i volontari saranno presenti con stand e banchetti informativi dove rivolgersi per acquistare la pianta simbolo delle festività, ma soprattutto per fornire il proprio contributo concreto alla ricerca scientifica. Se nel corso degli anni tanti pazienti affetti da tumori ematologici e altre gravi malattie del sangue hanno iniziato a poter usufruire di preziose terapie salvavita, è stato proprio grazie all’impegno di ricercatrici e ricercatori che con passione e studio incessanti sono riusciti a tagliare traguardi straordinari per tutti noi. I risultati e le procedure innovative sempre più mirate, tra cui l’immunoterapia con CAR-T, ultima frontiera nella cura dei tumori, e il trapianto di cellule staminali, hanno determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti adulti e pediatrici. Ma l’impegno non è ancora concluso.

AVIS Nazionale è da sempre legata a doppio filo con il mondo della ricerca scientifica e, anche in virtù del protocollo d’intesa in essere, ogni anno è al fianco di AIL per sensibilizzare anche i donatori di sangue e plasma a scegliere la Stella di Natale. Farlo è semplicissimo, basta collegarsi al sito di AIL e individuare dalla mappa la piazza più vicina dove potersi recare.

Come ha spiegato il presidente di AVIS Nazionale, Gianpietro Briola, «quello con AIL è un rapporto consolidato da tempo perché siamo due realtà impegnate nello stesso ambito. La ricerca scientifica e la cura di tumori e malattie ematologiche sono temi che coinvolgono l’intera società di cui siamo parte e in particolare noi donatori. Fornire il proprio sostegno vuol dire assicurare terapie salvavita a tanti pazienti che altrimenti non avrebbero possibilità. Il valore della solidarietà si basa sulla volontà irriducibile delle persone nel compiere gesti a sostegno del prossimo: questo è ciò che facciamo e che non dobbiamo mai smettere di fare».

«Prosegue con grande soddisfazione la straordinaria collaborazione che da anni lega AIL e AVIS con l’obiettivo di potenziare le rispettive azioni solidali; una missione comune per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della cultura del dono e promuovere la Ricerca scientifica contro i tumori del sangue. – afferma Pino Toro, Presidente Nazionale AIL – Anche in occasione della tradizionale manifestazione Stelle di Natale AIL, i volontari AVIS saranno al fianco dei volontari AIL nelle piazze italiane, per distribuire le piantine natalizie con lo scopo di raccogliere sul territorio i fondi necessari per sostenere i progetti Ail per attività di Ricerca e Assistenza, e costruire insieme il futuro dei pazienti ematologici e delle loro famiglie.»

Condividi:

Skip to content